Palazzo Reale di Fès

Costruito nel XIV secolo, il Palazzo Reale di Fès è uno dei più grandi e antichi del Marocco.

Il palazzo fu ubicato all'esterno della vecchia medina; dopo la sua costruzione, fu edificata una nuova medina, Fès el-Jdid, per soddisfare le esigenze del palazzo.

Nei dintorni si trova il Quartiere ebraico (Mellah), che giace malandato ricordando i suoi antichi tempi di gloria.

Da osservare dall'esterno

Come la maggior parte delle moschee e dei palazzi in Marocco, il Palazzo Reale non si può visitare. I turisti possono solo osservare le impressionanti porte che conducono al palazzo: sono sette porte di dimensioni diverse, che rappresentano i sette giorni della settimana e i sette livelli della monarchia.

Le enormi porte di bronzo sono incorniciate da migliaia di piccole piastrelle di ceramica dalle tonalità azzurre (di Fès) e verdi (dell'Islam), che compongono varie forme geometriche.

Il palazzo e i suoi dintorni

Vale la pena raggiungere le porte del Palazzo Reale di Fès, non solo per contemplarlo il tutto il suo splendore, ma anche per per visitare i quartieri dei suoi dintorni e scoprire i loro contrasti. Gli edifici nel vicino quartiere ebraico hanno un aspetto completamente diverso da quelli in stile musulmano.

Vi consigliamo anche di raggiungere, oltre la porta di Bab Sammarine, l'antico mercato del cereale, un luogo affascinante e capace di fare tornare indietro nel tempo.